Collare o Pettorina?

Aggiornamento: 21 mag 2020

Facendo parte del mondo della ThinkDog, la mia risposta è più che scontata, ma voglio spiegarvi il perché.


Il collo del cane riveste un ruolo di fondamentale importanza nell’ambito del comportamento sociale (per esempio la mamma, e non solo, utilizza questa zona per inibire il cane, per punirlo) e non dimentichiamoci quanto sia sensibile questa parte del corpo.


Se riuscissimo a vedere il mondo dalla loro prospettiva, capiremmo quanto è importante annusare, perlustrare, esaminare posti e oggetti e quale strumento è più consono ad un'attività del genere? Ovviamente la pettorina.

Oltre ad evitare effetti sociali negativi, come lo strattone in modo inconsapevole o addirittura usato come provvedimento educativo (fai una cosa che non mi piace -> ti strattono/ti trattengo, non devi andare ad annusare la -> ti strattono/ti trattengo) ed effetti fisici negativi del collo e della colonna vertebrale, gli permettere di poter esprimere il suo bisogno di annusare, di mappare, di fare il cane, aiuta e migliora la comunicazione intraspecifica in quanto sono liberi di muovere la testa e di utilizzare tutto il corpo, evitando malintesi sociali.


La pettorina deve essere adattata al fisico del cane, cioè bisogna poterla regolare in grandezza e quindi deve avere una cinghia sulla schiena ed una sul petto. A mio avviso la migliore è quella ad "H" ma ne esistono di vari tipi in commercio; bisogna però far attenzione alla scelta che si andrà a fare (ne parleremo in un altro articolo)


In poche parole, ecco i vantaggi della pettorina:

  • Non strozza

  • Non strattona

  • Rafforza positivamente il rapporto tra cane e conduttore

  • Permette una migliore comunicazione intraspecifica

E tu, che guinzaglieria scegli di usare dopo aver letto questo articolo?