top of page

Guida al primo calore del nostro cucciolo

Aggiornamento: 2 mar 2021


Guida al primo calore del nostro cucciolo

I segni che la nostra cagnolina sta entrando nel primo calore sono molto variabili; infatti il primo calore potrebbe essere molto poco evidente. I segni che si possono manifestare con maggior o minor intensità sono:

  • aumento di volume della vulva (sempre)

  • perdite vaginali ematiche sierose, più o meno abbondanti (a volte quasi assenti)

  • svogliatezza (non sempre)

  • inappetenza (non sempre)

  • cambio di carattere (è distratta, meno attiva).


A volte le perdite vaginali sono tanto scarse da non esser visibili, anche perché la femmina le potrebbe nascondere con il leccamento.

Un occhio attento potrà scovare gocce di sangue sul pavimento, ma non sempre saranno presenti e se il cane vive fuori sarà ancora più complicato.


Se la cagnolina non è al primo ciclo, ci possono essere anche altri comportamenti che possono farci sospettare che si è nelle vicinanze dell’estro:

  • nervosismo

  • agitazione

  • marcatura frequente del territorio con l’urina

  • gelosia nei confronti delle altre femmine

  • maggior sottomissione (cambi di comportamento).

Altre condizioni che dovrebbero farci pensare che sta entrando in calore è il fatto che i maschi cominciano a ronzarle intorno e rincorrerla, annusandole i genitali e cercando di montarla. Lei si mostrerà aggressiva nei loro confronti all’inizio del proestro, mentre nel periodo finale, quando cioè si sta avvicinando il calore vero e proprio, non li scaccerà più via.


La fase del proestro

Nella prima fase, quella iniziale, che si chiama proestro e dura mediamente nove giorni, osservando la zona della vulva si noterà un consistente aumento di dimensioni, in questa fase le perdite di sangue del cane femmina – di color rosso vivo – saranno più abbondanti e la cagnolina scoraggerà gli approcci dei maschi.


La fase dell'estro

Nel periodo dell’estro (che, comunemente, è definito come il periodo del calore vero e proprio) le perdite si fanno più chiare, fino ad assumere sfumature rosate, e l’amica pelosa mostra un certo interesse verso i maschi che – diversamente da quanto accade nei primi giorni – verranno da lei incoraggiati a “farsi avanti”.


Questo è il periodo (la cui durata varia anche molto nei primi calori fino ad assumere una durata più o meno fissa nei cicli successivi, indicativamente nel periodo tra i 2 e i 6 anni) nel quale è necessario stare attenti alle gravidanze indesiderate o prendere in mano la situazione se si desidera un accoppiamento.


La fase del diestro

La terza fase, quindi, si chiama diestro ed è facilmente riconoscibile perché la cagnolina, mostra un interesse decisamente minore verso i suoi simili.


La fase dell'anestro

L’anestro, che rappresenta il ritorno alla normalità e precede il successivo proestro, dura mediamente tra i quattro e i cinque mesi e, in questa fase, non ci sono né sintomi fisici né comportamenti particolari.


A quanti mesi arriva il primo calore del cane?


Questa domanda non ha una risposta unica perché – proprio come la durata dei singoli periodi della vita riproduttiva della cagnolina – dipende da vari fattori.


Il più importante è legato alla taglia perché è bene ricordare che i cani di piccole dimensioni tendono ad avere il primo calore prima (indicativamente intorno ai 6 mesi) rispetto alle loro simili di dimensioni medie o grandi che, invece, raggiungono la maturità sessuale tra i nove e i diciotto mesi.


Anche l’età del primo calore della mamma e della nonna della nostra cagnolina influiscono, così come l’appartenenza a una razza più o meno selezionata dall’uomo visto che i cani più “primitivi" vanno in calore normalmente una sola volta all'anno, mentre i cani più “selezionati” dall’uomo ne hanno due.


Cosa fare quando un cane va in calore la prima volta?


Chiedersi come è possibile aiutare la cagnolina in calore è normale. Vivere con un cane, vuol dire condividere ogni fase della sua vita e saperlo sofferente, ci rammarica.


Il modo migliore per aiutare l’animale è sicuramente lasciargli il suo spazio e la serenità ma al contempo seguire questo frangente con attenzione.


Il primo calore del cane femmina, come tutti quelli che si ripeteranno, ha bisogno di tutta la nostra attenzione, in quanto si possono verificare problematiche come ad esempio: il calore silente o il falso calore o nella peggiore delle ipotesi una gravidanza non programmata.


Manteniamo la calma durante il periodo del calore perché si tratta di una fase assolutamente normale nella vita della nostra amica che, è bene ricordarlo, non le provoca alcun dolore e che, per l’intervento degli ormoni, potrebbe modificare il suo comportamento, ma solo in maniera provvisoria.


In secondo luogo, poi, è bene – quantomeno nella fase dell’estro vero e proprio – cercare di evitare i parchi pubblici e i giardinetti ad alto tasso di quattro zampe (anche per salvaguardare il loro stato emotivo) e ricordare di tenere sempre la nostra femmina in calore al guinzaglio per riuscire a schivare con più facilità le avances dei maschi.



DOMANDE FREQUENTI SUL CALORE NEL CANE FEMMINA E MASCHIO

POSSO LAVARE LA MIA CAGNOLINA DURANTE IL CALORE? E COME?


La risposta è si, certamente. Non ci sono controindicazioni nel lavare la nostra cagnolina in calore, in tutto il periodo del calore. Ti ricordo però che, di solito, la femmina si pulisce in autonomia per cui non dovrebbe essere necessario e che lavare molto spesso il cane può portare ad alterazioni del ph della pelle.


LA MIA CAGNOLINA È STATA COPERTA, POSSO STACCARE IL MASCHIO DURANTE L’ACCOPPIAMENTO?


Assolutamente no! È fondamentale lasciare terminare i cani, senza cercare di staccarli. Si rischia di creare delle lesioni gravissime a entrambi i cani in quanto l’anatomia del maschio muta all’interno della femmina non consentendo il distacco fino a che non hanno terminato la copula.


LA MIA CAGNOLINA NON MANGIA DURANTE IL CALORE: È NORMALE?


Una riduzione dell’appetito durante il calore è del tutto normale ma se il cane digiuna per più di un giorno, sarà sempre utile un controllo dal proprio veterinario di fiducia.


IL CANE MASCHIO VA IN CALORE?


In realtà no. Mentre il lupo, come animale selvatico, seguiva i periodi fertili della femmina diventando produttore di spermatozoi nello stesso periodo, con l’addomesticamento, il cane maschio è diventato fertile tutto l’anno.


LA MIA FEMMINA È IN CALORE: COME POSSO GESTIRE LE PASSEGGIATE?


Non lasciamo libere di scorrazzare le nostre cagnoline soprattutto in zone dove ci sono altri cani incustoditi. Le aree cani, ad esempio, sono da EVITARE in quanto lo stato della nostra cagnolina farà mutare notevolmente il comportamento di tutti i cani presenti (sia maschi che femmine).











Fonti da:

523 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page