top of page

La sindrome brachicefalica (BAOS Brachycephalic Airway Obstruction Syndrome)


La sindrome brachicefalica (BAOS Brachycephalic Airway Obstruction Syndrome)
La sindrome brachicefalica (BAOS Brachycephalic Airway Obstruction Syndrome)

Cos’è? – una serie di problematiche che insorgono come conseguenza delle anomalie anatomiche degli animali brachicefali. Per via della loro faccia “schiacciata” questi cani hanno uno spazio ridotto per il passaggio dell’aria nelle vie aeree, con grosse conseguenze per la loro salute che tutti i proprietari dovrebbero conoscere bene: non esistono cani brachicefali con vie respiratorie normali.


Chi sono i brachicefali? – sono quei cani con il muso schiacciato, con le ossa del cranio sviluppate in larghezza più che in lunghezza a seguito di una selezione di razza voluta proprio per favorire questi caratteri estetici. Ma la selezione si è portata dietro oltre alla “faccia buffa” anche una serie di conseguenze importanti per la salute.


Le razze di cui parliamo sono tra le altre:

• Carlino

• Buoledogue Francese

• Bulldog Inglese

• Pechinese

• Shih Tzu

• Cavalier King

• Pincher

• Chihuahua

• Yorkshire Terrier

• Boxer

• Cane corso

• Mastino napoletano

• Dogue de Bordeaux

• Bullmastiff

• Rottweiler


Principali anomalie dei cani con BAOS

1. Narici stenotiche: le narici sono strette fino ad essere quasi completamente chiuse

2. Turbinati compressi: le lamelle presenti nel naso sono più compattate del normale

3. Palato molle allungato: la parte finale del palato troppo lungo e può interferire sia con il respiro che con la deglutizione

4. Trachea ipoplastica: trachea con lume ridotto


CONSEGUENZE FISICHE

MENO ARIA

Con le ossa del cranio schiacciate, le mucose hanno subito lo stesso destino ma creando come risultato una riduzione dello spazio per l’aria sia in inspirazione che in espirazione. Per questo questi cani respirano facendo uno sforzo muscolare, devono letteralmente contrarre più muscoli degli altri cani per riuscire a respirare e compensare la ridotta quantità di aria.


PIU’ CALDO

I cani regolano la loro temperatura principalmente grazie al sistema respiratorio, aumentando la frequenza respiratoria disperdono parte del calore. I brachicefali non riescono ad usare bene questo meccanismo, di conseguenza entrano in affanno e possono avere colpi di calore anche a temperature perfettamente normali per altri cani.


CIRCOLO VIZIOSO

Il passaggio dell’aria nelle vie respiratorie oltre ad essere ridotto è anche turbolento, questo crea spesso irritazione, gonfiore, ed un progressivo ispessimento delle mucose che quindi occupano sempre più spazio e riducono ulteriormente il passaggio dell’aria. L’infiammazione delle mucose può poi portare progressivamente al collasso delle strutture respiratorie come della laringe, della trachea e dei bronchi.


ED IN PIU’….

La difficoltà nel respirare porta conseguenze anche sul sistema digerente con esofagiti o gastriti. Se tutto questo non bastasse, anche gli occhi sono schiacciati verso l’esterno e per questo i brachicefali sono soggetti a congiuntiviti ed altri problemi oculari. La colonna vertebrale non è intaccata, e spesso soffrono di artrosi o formazione di “ispessimenti” come becchi ossei che causano problemi e dolore.


Cosa devo fare per il mio cane?

Se hai un carlino o un altro cane brachicefalo, è indispensabile fare una visita dal veterinario per valutare la sua capacità respiratoria. Spesso i proprietari si abituano ai rumori respiratori, al russamento (palato molle), alla lingua un po' blu (mancanza di ossigeno), alla masticazione a vuoto (nausea), ma questi sono veri e propri segni di malattia che vanno tenuti in seria considerazione. Con l’aiuto del veterinario bisognerà valutare se e dove è eventualmente necessario intervenire, spesso chirurgicamente per “aprire” le narici o ridurre il palato molle.


REICO mi puo’ aiutare?

Si, l’alimentazione corretta e bilanciata migliora lo stato di salute generale dell’animale. Inoltre il Pro-7 , una miscela di erbe, oligoelementi e sostanze aromatiche è appositamente sviluppata per supportare la respirazione. Può essere utilizzata dopo uno sforzo successivo a movimento, malattie, in caso di tosse o in caso di difficoltà respiratoria. Le erbe contenute nel Pro -7 aiutano naturalmente a sfiammare le mucose delle vie aeree e per i brachicefali possono dare sollievo, soprattutto nel periodo estivo o in supporto della fase post chirurgia. Le sostanze aromatiche vegetali hanno anche un effetto di stimolazione dell‘appetito.



**PRO 7 **è un prodotto adatto per animali di tutte le età e può essere utilizzato dopo uno sforzo intenso di attività sportive, in caso di malattie, e tosse, congestione polmonare e bronchite cronica. Molti cani appartenenti a razze specifiche hanno problemi di respirazione (sindrome brachicefalica).

Questi sono la conseguenza della selezione di razza che ha anche come obbiettivo l'enfatizzazione di alcuni caratteri estetici.


Cosa puoi fare se il tuo cane ha questi problemi:

• migliora la salute del tuo cane e la sua resistenza attraverso un'alimentazione sana e adatta alla specie

• puoi aggiungere al suo cibo prodotti complementari minerali che agiscono come coadiuvante alle cure del veterinario o ricostituente.


Il Pro-7 è una miscela di erbe, oligoelementi e sostanze aromatiche sviluppata da Reico per facilitare la respirazione del cane.


Le erbe contenute nel Pro -7 aiutano naturalmente a sfiammare le mucose delle vie aeree e per i brachicefali possono dare sollievo, soprattutto nel periodo estivo o in supporto della fase post chirurgia.



31 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page